NORME PER L’UTILIZZO DELLA SEDE, DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI DEL CIRCOLO

Definizioni

– Socio: sono Soci tutti coloro che risultano iscritti nel libro dei Soci del Tognazzi Marine Village A.S.D.(detto per brevità “Circolo ” o “Il Circolo ”) come distinti nelle seguenti categorie: Socio fondatore, Socio ordinario, Socio onorario, Socio atleta.

– Sede del Circolo : la sede del Circolo è costituita dall’area appositamente riservata confinante con l’area aperta al pubblico del Marine Village srl, con la Duna e con l’arenile demaniale; fanno parte della sede anche le sovrastanti strutture (gazebo, zone d’ombra, spogliatoi, servizi, rimessaggio, parcheggio interno). La sede del Circolo è condivisa con la Scuola del Mare alla quale è affidata la gestione della sede della scuola stessa e i campi da beach tennis.

– Ospiti: l’ospite temporaneo di un Socio è esclusivamente la persona invitata dal socio maggiorenne e da questi accompagnato all’interno della struttura. L’accreditamento dell’ospite avviene presso la segreteria del Circolo con la compilazione della scheda ospite da parte del socio maggiorenne e con la consegna all’ospite dell’apposito braccialetto di colore “giallo” che verrà riconsegnato a fine giornata alla segreteria.

– Direttore del Circolo : è il responsabile operativo delle attività della sede del Circolo e della Sicurezza che agisce per delega del Presidente. È il responsabile della gestione degli spazi del rimessaggio all’aperto.

– Direttore Squadre Agonistiche: È il responsabile delle squadre agonistiche e sovraintende alla gestione.

– Servizio di sorveglianza in mare: è il servizio di sorveglianza e di soccorso assicurato durante la pratica sportiva in mare dal Circolo in collaborazione con la Scuola di Mare ai Soci , ai loro Ospiti e agli allievi della scuola di mare.

– Condizioni meteo favorevoli alla navigazione: sono le condizioni di mare, vento e temperatura idonee per svolgere in sicurezza e tranquillità la pratica della vela e degli altri sport del mare.

– Albero dei segnali: è l’albero posto tra l’area demaniale e l’area privata del Circolo sul quale vengono issate le bandiere di segnalazione le quali indicano differenti comportamenti nelle attività.

Nel periodo estivo viene posizionato in spiaggia, nella zona riservata al Circolo , un secondo albero dei segnali.
– Bandiera Nera issata: è issata all’albero dei segnali quando le condizioni meteo non permettono la pratica degli sport in mare ad eccezione del Kite e del Windsurf.

– Foresteria: è la struttura immobiliare sita in prossimità della sede del Circolo costituita da posti letto, bagni e attrezzature da cucina.

– Scuola di Mare: è il Marine Village Academy con il quale il Circolo condivide spazi e attrezzature sulla base di una convenzione.

1. Norme per l’utilizzo della Sede del Circolo
1.1. La sede del Circolo è riservata ai Soci per le attività organizzate e dirette dal Circolo e dalla Scuola di mare.
1.2. I Soci per accedere al Circolo sono tenuti ad indossare il braccialetto di riconoscimento, fornito dalla Segreteria.
1.3. Possono essere ammessi alla frequentazione del Circolo gli ospiti del Socio, come definiti in premessa ,che sono stati accreditati dal Socio ospitante presso la Segreteria del Circolo. Ciascun Socio ha facoltà di ospitare nel periodo dal 1 aprile al 30 ottobre di ciascun anno massimo 15 ospiti. Gli ospiti dei soci sono accompagnati dal Socio che informerà l’ospite delle norme contenute nel presente regolamento. Gli ospiti sono tenuti ad indossare il braccialetto di riconoscimento.
1.4. La Direzione del Circolo ha facoltà di accreditare, con particolari agevolazioni, ospiti di riguardo nell’ambito di rapporti di reciprocità che perseguono finalità analoghe.
1.5. Il Circolo o la Scuola di mare per lo svolgimento di particolari manifestazioni sportive o culturali potrà concedere il libero accesso al Circolo e all’uso delle sue strutture ad eccezione del rimessaggio al coperto.
2. Eventi e attività Soci ali presso la sede del Circolo
2.1. Ciascun Socio può organizzare eventi nella sede del Circolo anche con la partecipazione di ospiti esterni.
2.2. Gli eventi possono essere organizzati dal Socio richiedendo, anche in modo esclusivo, la disponibilità di parte della sede.
2.3. In entrambi i casi i Soci devono presentare apposita richiesta alla Segreteria del Circolo al fine di ottenere l’autorizzazione dal Direttore del Circolo.
2.4. L’utilizzo di società o ditte esterne per i servizi ( es: catering, rinfresco, DJ,..) deve essere autorizzato dal Direttore del Circolo.
2.5. Per l’utilizzo della sede del Circolo è dovuto un rimborso spese.
3. Uso delle imbarcazioni e delle attrezzature nautiche
3.1. L’ uso delle imbarcazioni e gli altri mezzi nautici nonché delle attrezzature di terra e i servizi del Circolo sono riservati ai Soci e ai loro ospiti nel rispetto del presente Regolamento e della norme di riferimento. Queste norme sono, di regola, affisse nella bacheca del Circolo.
3.2. Le imbarcazioni e gli altri mezzi nautici del Circolo o in uso al Circolo possono essere utilizzati esclusivamente nei giorni e ore di apertura del Circolo nei quali è operativo il servizio di sorveglianza.
3.3. L’utilizzo delle imbarcazioni o di altri mezzi nautici del Circolo o dei Soci, non è consentito quando le condizioni meteo marine non sono favorevoli come indica la bandiera nera issata all’albero dei segnali; ciò in quanto non può essere assicurato il soccorso in mare.
3.4. Tuttavia, in deroga al precedente divieto 3.3, i Soci maggiorenni possono utilizzare le proprie imbarcazioni solo sotto la propria personale responsabilità. Eguale deroga è prevista per l’uso delle imbarcazioni da parte degli atleti delle squadre agonistiche se presente il proprio allenatore o ricevano apposita autorizzazione dal Direttore del Circolo.
3.5. L’uso libero delle imbarcazioni del Circolo o in uso al Circolo è consentito ai maggiorenni che hanno buona capacità di conduzione del natante. Per i minorenni occorre l’assenso di chi esercita la potestà genitoriale su apposito modello del Circolo da consegnare in Segreteria.
3.6. Le imbarcazioni del Circolo e dei Soci non possono allontanarsi oltre un miglio marino dalla sede del Circolo salvo deroga accordata dal Direttore del Circolo.
3.7. L’uso del giubbotto salvagente è obbligatorio per tutti i Soci ed il loro ospiti che utilizzano una barca o altro mezzo nautico del Circolo.
3.8. I Soci atleti minorenni delle squadre agonistiche possono uscire in mare solo unitamente al loro allenatore, salvo espressa deroga del Direttore del Circolo .
3.9. I Soci hanno la responsabilità dell’armo e disarmo delle imbarcazioni anche se coadiuvati dal personale del Circolo .
3.10. Il Socio è responsabile del disarmo e del corretto rimessaggio dell’imbarcazione utilizzata qualora il rientro avvenga dopo l’orario di chiusura del Circolo anche se riceve la collaborazione del personale del Circolo.

4. Kitesurf
4.1. Coloro che praticano il Kite surf devono depositare presso la Segreteria del Circolo una polizza assicurativa per responsabilità civile con massimale di 1.000.000€ per singolo sinistro unitamente alla sottoscrizione dell’apposito modello di dichiarazione che attesta la conoscenza delle norme del presente Regolamento nonché quelle riservate a questo mezzo nautico emanate dalle Autorità marittime.
4.2. Il praticante di kite surf deve usare norme di comportamento idonee a garantire la propria sicurezza e quella delle persone e dei mezzi vicini alla propria di attività. In particolare deve tenersi sempre discosto da tutti gli altri natanti con e senza propulsione a vela prescindendo dalle norme nautiche per evitare gli abbordi in mare c.d. Nipam.
5. Uso del canale di uscita
5.1. Le imbarcazioni in entrata dal canale a mare hanno sempre la precedenza sulle imbarcazioni in uscita.
5.2. Le imbarcazioni in entrata, prima di iniziare le procedure di rientro devono assicurarsi che il canale sia libero da altre imbarcazioni e/o bagnanti.

6. Rimessaggio all’aperto
6.1. I Soci che intendono avvalersi del servizio di rimessaggio all’aperto devono presentare apposita richiesta alla Segreteria del Circolo la quale assegna una zona contraddistinta da un numero progressivo, all’interno della quale la barca deve essere ricoverata.
6.2. Le imbarcazioni dei Soci devono essere mantenute in ordine e pulite, poste sempre sul proprio carrellino di alaggio, con le ruote gonfie, e coperte con un telo in buone condizioni. Le appendici e il rig devono essere riposti sotto il telo.
6.3. Le imbarcazioni devono essere sempre assicurate a cura del proprietario o utilizzatore alla catena di ancoraggio predisposta nell’apposita area di rimessaggio.
6.4. La disposizione del rimessaggio delle imbarcazioni può essere modificata dalla Direzione del Circolo con una semplice comunicazione ai Soci in considerazione di temporanee necessità.
6.5. Le imbarcazioni collocate nel rimessaggio devono esporre, sulla poppa o sullo scafo di dritta per i catamarani e gli O’pen Bic, un adesivo di riconoscimento rilasciato dalla Segreteria.
6.6. Il servizio di rimessaggio può essere revocato qualora il Socio non sia in regola con il versamento della quota dovuta.

7. Rimessaggio al coperto
7.1. I Soci che intendono avvalersi del servizio di rimessaggio al coperto devono presentare apposita richiesta alla Segreteria del Circolo la quale assegna uno specifico slot in base alla tipologia di tavola e attrezzatura da riporvi: kite surf, sup, surf, windsurf, ecc. Lo spazio assegnato non può essere modificato o scambiato tra Soci se non preventivamente autorizzato dalla Segreteria del Circolo.
7.2. Le tavole devono essere riposte sempre nello spazio assegnato in ordine, pulite e soprattutto asciutte. Per nessun motivo possono essere lasciate mute bagnate all’interno del rimessaggio.
7.3. La disposizione delle tavole nel rimessaggio coperto può essere modificata dalla Direzione del Circolo con una semplice comunicazione ai Soci in considerazione di temporanee necessità.
7.4. L’utilizzo del rimessaggio coperto è consentito esclusivamente per le attrezzature delle squadre agonistiche quando lo richiede il Direttore delle Squadre Agonistiche.
7.5. Il rimessaggio può essere revocato qualora il Socio non sia in regola con il versamento della quota del rimessaggio.
8. Utilizzo dei Gommoni delle Squadre Agonistiche
8.1. L’utilizzo dei gommoni del Circolo è riservato, in modo non esclusivo, agli allenatori delle squadre Agonistiche e al personale, anche non Socio, appositamente autorizzato dal Direttore delle squadre agonistiche o dal Presidente.
8.2. Ciascun gommone è attrezzato di dotazioni definite dal Responsabile dei Mezzi di assistenza del Circolo; l’utilizzatore del gommone non può modificare l’ assetto ordinario definito né il set di dotazioni.
8.3. I gommoni possono essere utilizzati solo con la dotazione di un apparato WHF stagno con canale 72 e 16, possibilmente di proprietà dell’utilizzatore.
8.4. Per il corretto e ordinato uso del mezzo nautico l’utilizzatore deve :
a. Rimuovere il telo di copertura, piegarlo e poggiarlo non a terra;
b. Controllare il livello del carburante e la presenza delle dotazioni standard previste;
c. Trasportarlo sul carrello in dotazione fino al bagnasciuga, con l’utilizzo del trattore o di altro mezzo meccanico,
d. Vararlo e alarlo solo con l’ausilio di due rulli, disponibili in spiaggia, senza che la chiglia tocchi la sabbia,
e. Utilizzare per il rientro a riva il rullo (in dotazione a bordo) senza che la chiglia tocchi la sabbia,
f. Trasportarlo sul carrello in dotazione fino al rimessaggio nel posto contrassegnato, con l’utilizzo del trattore o di altro mezzo meccanico,
g. Lavarlo perfettamente, rimuovendo tutta la sabbia dallo scafo, dalla chiglia e dal carrello, rifornirlo del carburante consumato e porre il telo di copertura in modo teso per evitare che l’acqua piovana si accumuli e il vento lo sollevi;
h. lasciare il gommone nelle stesse condizioni in cui lo ha preso in consegna compilando presso la Segreteria il registro uscita mezzi e segnalando eventuali difetti o malfunzionamenti.
8.5. Il Responsabile dei mezzi di assistenza del Circolo e’ tenuto a far rispettare il presente Regolamento e a segnalare qualsiasi violazione al Direttore delle squadre agonistiche

9. Utilizzo degli spogliatoi
9.1. Gli spogliatoi sono riservati ai Soci e ai loro ospiti regolarmente accreditati che indossano al polso il braccialetto consegnato dalla Segreteria.
9.2. Gli spogliatoi possono essere utilizzati in via temporanea ed occasionale anche dai partecipanti alle manifestazioni organizzate dal Circolo e dalla Scuola di Mare previa autorizzazione del Direttore del Circolo.
9.3. Nello spogliatoio maschile é riservata una zona per i Soci ordinari e atleti maggiori di 24 anni.
9.4. E’ fatto divieto di lasciare borse o oggetti sopra le panche per la seduta, che potranno essere rimosse in qualsiasi momento dal personale del Circolo.
9.5. È raccomandato un uso parsimonioso dell’acqua calda e un comportamento rispettoso degli spazi comuni.
9.6. Gli utilizzatori degli spogliatoi devono accedere ai locali senza sabbia sugli indumenti da bagno, sulla muta e sulle scarpe.
9.7. Il personale incaricato delle pulizie, dopo la chiusura del Circolo provvede a rimuovere eventuali indumenti ed altri oggetti lasciati nello spogliatoio depositandoli in una apposita panca posta all’esterno degli spogliatoi al fine di consentire il loro recupero da parte dei proprietari. Dopo 10 giorni il Circolo potrà destinare il materiale non reclamato ad enti no profit impegnati in programmi di recupero Sociale di persone svantaggiate, ovvero ad altre finalità conformi ai propri fini istituzionali, ovvero allo smaltimento presso la pubblica discarica.

10. Utilizzo degli armadietti e del casellario portaoggetti
10.1. Gli armadietti situati negli spogliatoi sono di due tipologie: A (grandi) (60x30x40) e B (Piccoli) (30x30x30). Inoltre il Circolo dispone di un Casellario portaoggetti posto in Segreteria.
10.2. Gli armadietti di tipo A (grandi) possono essere richiesti dai Soci ad uso esclusivo e per la durata di un anno previa compilazione dell’apposito modulo e del pagamento della quota di rimborso spese.
10.3. Gli armadietti di tipo B (Piccoli) e il casellario portavalori potranno essere richiesti dai Soci e dai loro ospiti alla Segreteria la quale consegnerà la chiave di apertura. L’uso è gratuito e limitato ad un giorno. Esso termina con la chiusura serale del Circolo; pertanto entro tale orario il Socio dovrà liberare l’armadietto dagli oggetti personali, chiuderlo con il lucchetto e riconsegnare la chiave in Segreteria.
10.4. L’assegnazione degli armadietti è strettamente personale e non è possibile trasferirne l’uso a terzi anche in modo temporaneo.
10.5. Gli armadietti sono contrassegnati da un codice numerico identificativo. Pertanto non è consentito scrivere su di essi altri diversi segni di identificazione. I fruitori degli armadietti sono responsabili della tenuta dello spazio interno che non deve essere segnato, scritto, macchiato o danneggiato in nessun modo.
10.6. È vietato depositare negli armadietti alimenti, materiali pericolosi e illeciti di qualsiasi natura e quantità.
10.7. La Direzione si riserva la facoltà di aprire gli armadietti per evidenti motivi di sicurezza di constata violazione delle norme di questo Regolamento ovvero per scadenza del termine di uso sia esso annuale che giornaliero.
10.8. Il materiale recuperato sarà tenuto a disposizione per 30 giorni decorrenti dall’avviso dato dalla Segreteria al fruitore, sia esso un socio o un ospite. Trascorso tale termine senza che il fruitore lo abbia reclamato, il Circolo ha facoltà di destinare il materiale non reclamato ad enti no profit impegnati in programmi di recupero sociale di persone svantaggiate, ovvero ad altre finalità conformi ai propri fini istituzionali, ovvero allo smaltimento presso la pubblica discarica.
10.9. Il Circolo ed il personale di servizio non sono mai custodi del contenuto depositato negli armadietti assegnati ai Soci sia in uso annuale che giornaliero.

11. Utilizzo della Foresteria
11.1. Il Circolo dispone di una Foresteria costituita da camere con due posti letto e con più di due posti letto.
11.2. La Foresteria è riservata ai Soci , allo staff tecnico, ai partecipanti alle attività sportive sia del Circolo sia della Scuola del Mare, agli affiliati alla Federazione Italiana Vela e alla Federazione Italiana Canoa e Kaiak o ad ogni altro Ente affiliato tramite le Federazioni al CONI, aventi medesimi fini istituzionali. Gli ospiti dei Soci senza i requisiti innanzi descritti possono usufruire del servizio di Foresteria qualora ricorrano motivi eccezionali, valutati dal Direttore del Circolo .
11.3. La disponibilità di posti letto deve essere richiesta per iscritto, anche a mezzo mail, alla Segreteria del Circolo. È dovuto un importo a titolo di rimborso spese per l’utilizzo della Foresteria. La Segreteria annoterà su un apposito Registro presenze il nome dell’utilizzatore di ciascun posto letto e della relativa camera.
11.4. L’Utente ha la disponibilità di un solo posto letto, un armadio, un comodino e un armadietto. Per le stanze a due letti agli ospiti viene consegnata una sola chiave mentre per quelle a più di due letti vengono consegnate due copie di chiavi.
11.5. In caso di smarrimento o furto delle chiavi il Circolo dovrà essere indennizzato della spesa per la sostituzione.
11.6. L’Utente è tenuto a utilizzare la propria biancheria da letto e da bagno. Qualora richiedesse l’uso della biancheria messa a disposizione del Circolo ,dovrà versare anticipatamente una quota di rimborso spese.
11.7. L’Utente è tenuto a lasciare costantemente in ordine e pulito lo spazio assegnatogli e a riporre indumenti, scarpe e oggetti personali negli armadietti assegnati, evitando di introdurre all’interno oggetti bagnati per i quali è previsto l’uso dell’area esterna appositamente attrezzata.
11.8. Gli spazi in comune sono costituiti dal giardino esterno, dalle docce esterne, dalla sala ritrovo, dai servizi igienici e dall’angolo cucina. Ciascun utente è tenuto a lasciare puliti e ordinati gli spazi riponendo eventuali oggetti e attrezzature dopo il loro utilizzo ivi compreso l’angolo cucina. Ciascun utente dovrà riporre la propria biancheria e gli effetti personali da bagno nell’armadietto assegnato all’interno della camera; non potranno essere lasciati effetti personali di alcun genere all’interno dei servizi igienici e degli altri spazi comuni. Non è consentito effettuare modifiche/spostamenti dell’arredo né effettuare fori alle pareti o affiggere manifesti o altro. Non è consentito altresì l’uso di fornelli a gas o elettrici negli alloggi e negli spazi comuni.
a. Inoltre è vietato all’interno della struttura:
b. fumare
c. introdurre animali di qualsiasi specie,
d. introdurre persone diverse dall’utente autorizzato,
e. spostare i telecomandi numerati da una camera all’altra,
f. duplicare le chiavi
g. produrre rumori o suoni che possano recare disturbo agli altri ospiti o alle Ville limitrofe.
11.9. Le stanze devono essere liberate entro le ore 12:00 del mattino successivo.
11.10. Prima di lasciare la foresteria ciascun utente dovrà riordinare la stanza riponendo i propri oggetti ed indumenti negli armadi e armadietti assegnati; in difetto il personale incaricato della pulizia è autorizzato a rimuovere quanto lasciato fuori posto.

11.11. L’Utente è tenuto a segnalare tempestivamente in Segreteria eventuali guasti rilevati nell’alloggio. In caso di danni cagionati a terzi o di danneggiamenti effettuati negli ambienti, l’Utente è tenuto al risarcimento dei danni. Il Circolo non risponde per il furto/smarrimento di oggetti lasciati all’interno della struttura. Pertanto è responsabilità di ciascun utente lasciare incustoditi eventuali oggetti e materiali nelle camere o negli spazi comuni.

12. Utilizzo della spiaggia
12.1. Il Circolo nel periodo della stagione balneare dispone di un tratto di arenile riservato ai Soci e ai loro ospiti che sono tenuti ad indossare il braccialetto.
12.2. Il tratto di arenile è messo a disposizione del Circolo dal Marine Village srl per averlo avuto in concessione dal Comune di Roma; pertanto tutti i Soci devono rispettare le norme vigenti in materia di balneazione e le disposizioni emanate dal Concessionario Marine Village srl.
12.3. L’accesso in spiaggia dei Soci è libero; ad essi non è consentito prenotare o riservare in anticipo spazi, lettini o ombrelloni.
12.4. In ogni caso ciascun Socio e il relativo gruppo familiare non possono utilizzare più di un singolo ombrellone.
12.5. Nel periodo estivo di particolare affollamento il Circolo puo’ non garantire l’utilizzo dei servizi di spiaggia agli ospiti, fermo restando che saranno prioritariamente soddisfatti le richieste dei soci.

12. Utilizzo della spiaggia
12.1. Il Circolo nel periodo della stagione balneare dispone di un tratto di arenile riservato ai Soci e ai loro ospiti che sono tenuti ad indossare il braccialetto.
12.2. Il tratto di arenile è messo a disposizione del Circolo dal Marine Village srl per averlo avuto in concessione dal Comune di Roma; pertanto tutti i Soci devono rispettare le norme vigenti in materia di balneazione e le disposizioni emanate dal Concessionario Marine Village srl.
12.3. L’accesso in spiaggia dei Soci è libero; ad essi non è consentito prenotare o riservare in anticipo spazi, lettini o ombrelloni.
12.4. In ogni caso ciascun Socio e il relativo gruppo familiare non possono utilizzare più di un singolo ombrellone.
12.5. Nel periodo estivo di particolare affollamento il Circolo puo’ non garantire l’utilizzo dei servizi di spiaggia agli ospiti, fermo restando che saranno prioritariamente soddisfatti le richieste dei soci.

13. Responsabilità per danni
13.1. Chiunque danneggi la sede e le attrezzature del Circolo e della Scuola di Mare è tenuto a risarcire il danno causato pari al costo che il Circolo sosterrà per il loro ripristino. Rientrano in questa fattispecie anche i danni causati dai natanti del socio o da questi usati nel caso in cui siano riposti e/o utilizzati in modo non corretto nel rispetto del presente regolamento e/o delle norme e ordinanze applicabili.
13.2. Il rimessaggio al coperto e all’aperto delle attrezzature, delle imbarcazioni e loro dotazioni esclude per patto esplicito la richiesta di indennizzi in qualsiasi forma compreso il furto e/o calamità naturali, nei confronti del Circolo dei suoi collaboratori.

Roma, Villaggio Tognazzi, 01 febbraio 2015